Togliere lo smalto semipermanente in casa? Si può: ecco come!

By | Luglio 3, 2019

Hai applicato lo smalto semipermanente dall’estetista oppure da un’amica e ora non sai se si può togliere in casa? Immagino che sia una domanda che tutte, magari quando eravamo alle prime armi, ci siamo poste. Oggi sono qui per risponderti e spiegarti come fare, quali prodotti comprare e come togliere il semipermanente a casa tua, nel pieno rispetto delle tue unghie.

Semipermanente: puoi toglierlo in casa, ma con attenzione!

Per togliere il semipermanente a casa bisogna tenere conto di diversi aspetti, primo tra tutti il fatto che non si rimuove con un semplice solvente. Ci vuole un prodotto apposito, chiamato remover, che contiene una percentuale elevata di acetone e che quindi va utilizzato solamente per questo scopo.

Il costo non è particolarmente elevato e puoi comprarlo presso i punti vendita specializzati in cura delle unghie, in alcune catene come Lillapois e online. Su Amazon, ad esempio c’è una vastissima scelta a prezzi piuttosto accessibili.

Se non vuoi comprare questo prodotto, non devi ricorrere ad altre soluzioni fai da te. Il semipermanente non va rimosso con la lima, tanto meno facendolo saltare via con un bastoncino per cuticole o altri strumenti impropri.

Per chi non muore dalla voglia di usare l’acetone, è possibile ricorrere all’applicazione di semipermanenti peel off, che si rimuovono come una pellicola, ma hanno una durata lievemente inferiore rispetto ai classici.

Cosa mi serve per procedere?

Per togliere lo smalto semipermanente a casa non serve solamente il remover, ma anche altri prodotti, come della carta stagnola e dei dischetti di cotone, che ti serviranno per effettuare l’impacco per la rimozione.

Abbiamo visto in questo articolo come fare, ma ti riassumo brevemente i passaggi:

  • con il buffer opacizza l’unghia per eliminare lo strato lucido superficiale e fare in modo che il solvente penetri meglio
  • taglia il dischetto levatrucco in 4 e bagnalo abbondantemente con il remover
  • appoggialo sull’unghia
  • rivesti le dita con la carta stagnola, stringendo bene affinchè il liquido non evapori
  • tieni in posa da 10 ai 20 minuti

 

Questo è il metodo più economico, ma alcune ragazze potrebbero avere alcune difficoltà, soprattutto per quanto riguarda l’uso della mano debole. Una delle soluzioni migliori è acquistare gli “immergidita” in plastica o i pratici cappucci per la rimozione dello smalto gel in vendita da Wycon (costo: 4,99€ a confezione da 5 pezzi).

Esistono anche delle strisce di alluminio con il cotone già incorporato, più pratiche, ma monouso.

Insomma, le alternative in commercio sono diverse, non resta che scegliere quella più adatta a te e e alle tue tasche!

Come rimuovere del tutto il colore, se restano tracce?

Anche tenendo in posa il solvente per 20 minuti può capitare che il colore non venga via del tutto e che restino alcune tracce. Se sollevando leggermente con un bastoncino per cuticole non si elimina, puoi procedere molto delicatamente con un buffer o con una lima a grana sottile.

Non ti consiglio di tenere in posa ulteriormente il remover in quanto è troppo aggressivo sull’unghia naturale e rischi di seccarla troppo. Normalmente i piccoli pezzettini di smalto verranno via molto velocemente in quanto il bagno di acetone le ha preventivamente ammorbidite.

L'articolo continua dopo il video (scorri la pagina)


Cosa fare dopo?

Dopo aver tolto correttamente il semipermanente in casa potrai procedere in due diversi modi: applicandolo nuovamente oppure lasciando le unghie libere per qualche giorno, magari limitandoti a stendere uno smalto “normale”.

In quest’ultimo caso è di vitale importanza applicare un olio nutriente su cuticole e unghie, per permettere alla superficie di reidratarsi dopo l’azione dell’acetone.

Dato che, però, l’olio può minare la durata di un eventuale smalto, puoi sostituirlo con una base coat idratante, rafforzante e levigante. In ogni caso, il mio personale consiglio è quello di attendere un paio di giorni tra una manicure e l’altra.

Infine, applica un generoso strato di crema per le mani massaggiando fino a completo assorbimento.

Alcuni dei prodotti citati in questo articolo sono venduti su Amazon. Puoi trovarli e ordinarli seguendo questo link.

Siamo arrivate alla fine di questo articolo dedicato alla rimozione casalinga dello smalto semipermanente, ma ora tocca  a te! Tu come procedi? Conoscevi tutti i passaggi e hai già avuto esperienza con il semi? Parliamone nei commenti!

Prodotti Ricostruzione Unghie Tutto per le Unghie

Iscriviti alla newsletter settimanale e ricevi via mail le migliori novità dal mondo unghie e le anteprime sulle attività di testing e invio campioni omaggio da parte dello staff!

Dopo la registrazione, controlla la tua mail e conferma la tua iscrizione =)


4
Lascia un commento

avatar
3 Comment threads
1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
4 Comment authors
Francesca6ChiaraFrancesca L.G. Recent comment authors

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Notifiche  
Notificami
G.
Member
G.

io sono fedele allo smalto tradizionale ma adesso mi sembra più semplice lavorare in casa rispetto al passato, c’è anche una maggiore varietà di tecniche e di prodotti… articolo interessante ????????

Chiara
Member
Chiara

Io ogni tanto uso il semipermanente in casa, per lo più quello trasparente per rendere l’unghia più spessa e resistente, poi lo rimuovo tranquillamente con l’apposito remover.
Le prime volte non ero molto pratica e avevo “fretta”, quindi usavo la lima per i residui…non era un bel risultato!
Invece adesso sono molto più pratica e veloce.

Francesca6
Member
Francesca6

A me è stato rimosso con il buffer.