Stamping: 10 errori da evitare

Lo stamping permette di creare nail art precise e originali, senza troppo sforzo.  Tuttavia ci sono molte persone che hanno difficoltà a usarlo e che “litigano” con lo stampino, con conseguente abbandono di questa fantastica tecnica. Io stessa per molto tempo ho avuto dei problemi fino a quando ho acquistato quello in silicone trasparente e ho smesso di fare alcuni errori che minavano la buona riuscita del mio lavoro.

Oggi parlerò proprio dei 10 errori comuni da non fare quando si usa lo stamping.

Stamping: 10 errori da evitare

Come anticipato nell’introduzione, prima che venisse messo in commercio lo stampino in silicone trasparente, io stessa ho abbandonato per lunghissimo tempo l’utilizzo dello stamping. Il motivo è molto semplice: il “vecchio” stampino rosa richiedeva una manualità particolare, che cozzava con la mia forma dell’unghia.

Quello in silicone, invece, è leggermente appiccicoso e si adatta perfettamente alla curvatura dell’unghia naturale. Per quanto risulti molto più semplice, tuttavia, ci sono alcuni errori da evitare. Eccone 10 tra i più comuni.

1) Hai tolto la pellicola dal dischetto?

Tutti i dischetti per lo stamping quando sono nuovi hanno una sottile pellicola che protegge i disegni. Per quanto molto spesso risulti invisibile, sappiate che c’è sempre e occorre rimuoverla per effettuare il decoro.

2) Non usare il solvente per pulire lo stampino

Per pulire il timbrino in silicone non devi assolutamente utilizzare un solvente, nemmeno quello delicato senza acetone. La superficie va pulita utilizzando il nastro adesivo, un’etichetta o la spazzola adesiva.

3) Pulisci sempre il raschietto e il disco

Non sottovalutare questo importante aspetto: il disco e il raschietto vanno sempre puliti tra un decoro e l’altro. In questo modo allungherai un po’ i tempi, ma il risultato sarà molto più preciso, soprattutto sui decori che coprono l’intera unghia.

 

4) Troppo poco smalto o 5) Eccesso di smalto

La quantità di smalto da utilizzare è variabile, ma in generale non deve essere nè troppa, nè troppo poca. Ci sono diverse filosofie di pensiero su questo, io preferisco ricoprire il decoro per 3/4 e poi raschiare gli eccessi. In questo modo lo smalto si distribuisce in maniera omogenea ed è più facile riuscire a prelevare il disegno senza troppe sbavature.

6) Raschiare troppo forte

Quando si raschia via lo smalto dal disco non bisogna utilizzare troppa forza. Il movimento deve essere delicato e il raschietto deve essere leggermente inclinato, in modo da non prelevare troppo colore.

7) Aspettare troppo prima di prelevare il disegno

Il disegno va prelevato subito: se attenderai troppo il colore asciugherà rendendo impossibile trasferirlo sullo stampino.

8) Il movimento giusto

Anche sul movimento da compiere per prelevare il disegno ci sono diverse scuole di pensiero. Io, personalmente, preferisco quello “rotatorio”. In alternativa puoi premere leggermente e velocemente lo stampino sul decoro tenendolo perpendicolare. In ogni caso non dovrai muoverlo a destra e sinistra ripetutamente, altrimenti il disegno sbaverà.

Sì, mi piacciono i decori floreali XD

9) non premere troppo sull’unghia

Una volta prelevato il disegno dal dischetto dovrai trasferirlo sull’unghia. Anche in questo caso non devi muovere lo stampino a destra e sinistra, ma premerlo leggermente sulla superficie ungueale tenendo il timbro perpendicolare.

10) Il top coat

E infine eccoci ad una delle questioni più difficili: la stesura del top coat. Innanzitutto, banalmente, il decoro dovrà essere perfettamente asciutto prima di stendere il sigillante, per evitare di rovinare il lavoro fatto sino a qui.

Seconda cosa: non tutti i top coat vanno bene. Alcuni, infatti, fanno sbavare il disegno. In generale posso dire con assoluta certezze che il prodotto non deve essere troppo liquido. Ad esempio io mi trovo molto bene con quelli effetto gel. In particolare ho utilizzato il Catrice IcoNails, il topper Pupa Lasting Color Extreme e il mitico Better Than Gel della Essence.

Il metodo per stenderlo è sempre quello che si utilizza per tutte le altre nail art: ossia non bisogna strisciare il pennello direttamente sul decoro, ma posizionare una generosa goccia sul centro dell’unghia e stenderlo lavorando sul prodotto, in modo da non premere direttamente sul disegno.

Siamo arrivate alla fine di questa guida, spero di esserti stata utile! Se vuoi approfondire il discorso oppure cercare un altro tutorial sull’uso dello stamping in silicone puoi leggere:

Sentiti libera di condividere con noi altri consigli o aggiunte lasciandoci un commento!


Iscriviti alla newsletter settimanale e ricevi via mail le migliori novità dal mondo unghie e le anteprime sulle attività di testing e invio campioni omaggio da parte dello staff!

Dopo la registrazione, controlla la tua mail e conferma la tua iscrizione =)


Scritto da Francesca L.

Blogger "seriale", redattrice, web writer freelance. Appassionata di tendenze, make up, ma soprattutto di nail art. Nella sua vita non manca mai il colore, in particolar modo sulle unghie!

Leggi tutti i posts di Francesca L.

7 Commenti su “Stamping: 10 errori da evitare”

  1. Il mio attuale problema è il top coat: per anni ho usato il Better than gen nails, ma devono aver cambiato la formulazione oltre al packaging (il prezzo è pure calato) ed ora striscia il decoro. Stessa cosa per la nuova versione del Gel look (la nuova boccetta è più alta): ho aspettato un giorno prima di stenderlo e ha strisciato anche facendo una colata generosa.
    Per il momento, il waterbased top coat Blossom dreams (pensato ai pigmenti per unghie) è perfetto… ma è fuori produzione.
    Terrò presenti gli altri due suggerimenti (Catrice e Pupa).

  2. Anch’io ho litigato per anni con lo stamping, ma dopo innumerevoli tentativi ho finalmente imparato! Un errore che commettevo era di inclinare in modo sbagliato il raschietto, solo quando ho capito che l’inclinazione giusta è di 45° ho iniziato a notare i primi miglioramenti. Anche solvente e top coat giocano un ruolo fondamentale, il Better than gel rimane sempre il mio preferito.

  3. questo articolo è molto utile, alcuni errori li facevo e li faccio ancora adesso, per esempio l’inclinazione errata o fare troppa pressione o il movimento del timbro, questo perché faccio le cose sempre di fretta. All’inizio usavo il solvente per pulire i dischetti. Mi piacciono le tue nail art 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.