Smalti bio e vegan: marchi cruelty free e naturali

Fortunatamente al giorno d’oggi si presta molta attenzione alla composizione dei cosmetici. Oggi parleremo di smalti bio e vegan, formulati con ingredienti più naturali possibili e non testati sugli animali. Scopriamo insieme quali sono e tante altre informazioni che spero possano esserti utili.

Smalti bio e vegan: precisazioni

Per sua stessa natura, uno smalto non potrà mai essere al 100% naturale, perchè bisogna utilizzare alcuni ingredienti (pigmenti, solventi, eccetera) di origine chimica. Al contrario di altri cosmetici, non è possibile ottenere una formulazione totalmente bio o green, ma ci si può avvicinare molto.

Gli smalti per unghie più naturali, hanno una percentuale di ingredienti di origine vegetale/organica compresa tra il 70 e l’80%. In alcuni casi si arriva al 90, ma non per tutti i colori e non per tutti i tipi di trattamento.

Fatta questa dovuta precisazione, ecco un elenco sugli smalti più bio e vegan possibili, con prezzi e indicazioni su dove comprarli.

Elenco marchi smalti bio/naturali

Benecos: gli smalti Benecos hanno fino al 90% di ingredienti di origine naturale. Il loro prezzo si aggira tra i 3 e i 5€.

Deborah Formula Pura: con l’80% di ingredienti di origine naturale, gli smalti Formula Pura Deborah ci propongono non solo colori brillanti, ma anche top coat, base coat e il solvente. Quest’ultimo ha ben il 99% di ingredienti di origine vegetale. Il prezzo è compreso tra i 5 e i 9€, a seconda del punto vendita.

deborah smalti formula pura 6

 

Avril: gli smalti Avril (di cui spesso abbiamo parlato sul blog) sono composti dal 75% di ingredienti naturali e non testati sugli animali. Sono quindi adatti all’utilizzo da parte di chi segue una filosofia di vita vegan.

Faby: Faby ha fatto del cruelty free e del vegan ok una vera e propria bandiera. Tutti i loro prodotti, dagli smalti ai trattamenti, sono vegani, non testati sugli animali. In molte referenze la percentuale di ingredienti di origine naturale arriva al 75% e al 12% di origine minerale.

Zoya: esattamente come Faby, anche Zoya ha smalti certificati vegan ok e hanno una composizione 10 free, priva di toluene, formaldeide, canfora e altri ingredienti dannosi. Sono adatti anche per un utilizzo da parte delle donne in gravidanza.

smalti zoya estate 2015 island fun

Orly: a parte alcuni colori perlati e rossi, tutti gli smalti Orly sono certificati Vegan Ok e non testati sugli animali. Sono inoltre privi di ingredienti dannosi.

Catrice: gli ultimi smalti Catrice, tra cui molte referenze della linea IcoNails e le ultime linee in commercio sono certificati vegan. Questo vuol dire che non contengono pigmenti di origine animale, non sono testati sui nostri amici a 4 zampe. Ti segnalo, inoltre, che il nuovo olio cuticole dell’update autunnale ha il 98% di ingredienti naturali.

Pupa SOS Nail Repair: la linea Pupa SOS Nail Repair, che comprende trattamenti riparatori e 12 colori di smalto, ha una composizione che arriva sino al 99% di ingredienti vegetali/organici.

Con questa carrellata sui principali marchi di smalti vegan e bio ho terminato per ora. Si, per ora , perchè il post verrà aggiornato laddove venissero introdotte nuove linee o nuovi marchi idonei ad essere inseriti in questo elenco.

E tu? Conosci altri marchi che non abbiamo citato in questo post? Come ti orienti nella scelta dello smalto per unghie? Sentiti libera di lasciami un commento!


Iscriviti alla newsletter settimanale e ricevi via mail le migliori novità dal mondo unghie e le anteprime sulle attività di testing e invio campioni omaggio da parte dello staff!

Dopo la registrazione, controlla la tua mail e conferma la tua iscrizione =)


Scritto da Francesca L.

Blogger "seriale", redattrice, web writer freelance. Appassionata di tendenze, make up, ma soprattutto di nail art. Nella sua vita non manca mai il colore, in particolar modo sulle unghie!

Leggi tutti i posts di Francesca L.

7 Commenti su “Smalti bio e vegan: marchi cruelty free e naturali”

  1. sinceramente non bado alla formula perché mi piace provare tutti gli smalti, però sto attenta a usare una base trasparente senza formaldeide e altre sostanze dannose, comunque la formulazione è importante, se vegan ok soprattutto

  2. Molto interessante questo post, non sapevo o non mi ricordavo quelli di Pupa, avevo in mente le marche Logona e Coleur Caramel invece. Recentemente ho ripreso degli Avril, mi son regalata finalmente un Kester 10free al Sana e ho finalmente preso un Orly che volevo assolutamente provare … sarete le prime a sapere le mie impressioni appena troverò il tempo di testarli.

    1. Benecos l’ho conosciuto da poco perchè l’hanno messo di recente da Lillapois e mia sorella me li ha regalati per il compleanno. Li trovo molto validi e li consiglio a pieni voti. Devo pubblicarvi poi la recensione

  3. A parte Deborah, Catrice e Pupa, gli altri smalti, per me, sono difficili da trovare. Interessante l’appunto sull’olio cuticole di Catrice con il 98 % di origine naturale 😉

  4. Io provo un pò tutto…non è proprio giusto ma mi faccio prendere di più dal colore che dalla formula.Pupa è tra i miei preferiti in ogni caso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.