Oli essenziali per la cura dei piedi: quali comprare?

Negli articoli passati, si era parlato di come gli oli essenziali siano un rimedio molto utile per prendersi cura delle unghie e delle mani, ma quello che forse non sai è che gli oli essenziali sono adatti anche per la salute dei piedi, di cui però, chissà perché, sembriamo preoccuparcene solo con l’arrivo dell’estate, quando cioè li mettiamo allo scoperto, mentre in realtà andrebbero curati tutto l’anno! Oggi quindi ti parlerò di come farlo, proprio grazie all’impiego degli oli essenziali. Tutte le informazioni continuando la lettura!

Come curare i piedi con gli oli essenziali

Guardiamo il nostro viso allo specchio: “Ok, tutto a posto”… Ci guardiamo le mani: “Ok, tutto a posto”… Puntiamo poi lo sguardo verso i piedi e: “Accipicchia, qualcosa non va!”. Eh si, poveri i nostri cari piedini: nonostante ci facciano muovere, ci portino in giro e fanno tanta fatica, noi a volte neanche ci facciamo caso e li ignoriamo, mentre loro stanno quasi sicuramente soffrendo di qualche problemino.

E’ soltanto durante il periodo estivo che iniziamo a dargli un po’ d’attenzione e ad intervenire in loro soccorso perché, dal momento che cominciamo a portare delle scarpe aperte, i piedi vengono messi in mostra e non possono passare inosservati, quindi non ci farebbe piacere notare la presenza di calli o altri difetti estetici.

I piedi però non ci accompagnano di qua e di là solo durante l’estate, ma anche il resto dell’anno, quindi è necessario interessarcene e prendercene cura tutti i giorni, a maggior ragione proprio nelle stagioni più fredde, poiché indossiamo delle calzature chiuse e i piedi rimangono costretti al loro interno per tanto tempo durante la giornata.

Oltre a questo, anche prodotti non indicati per noi che usiamo per lavarci i piedi, smalti per le unghie sbagliati, creme per la pelle aggressive, ecc. possono essere tutti fattori di rischio per la salute dei nostri piedi.

Un ottimo sistema per intervenire e che può risolvere alcune problematiche dei nostri piedi, allo stesso modo delle mani, sono sempre gli oli essenziali, dalle note proprietà benefiche. Ecco ora la descrizione di alcuni difetti che i piedi possono manifestare e l’indicazione degli oli essenziali indicati per contrastarli:

Piedi con vesciche: le vesciche, o vescicole, sono dei rigonfiamenti sottopelle dovuti ad una raccolta di liquido, in genere sieroso, che può formarsi a causa di forte frizione o sfregamento del piede (ma anche altri fattori), soprattutto quando vengono usate delle scarpe non adatte. Le vesciche possono essere di diverse dimensioni e sono molto fastidiose perché provocano un certo dolore e possono addirittura infettarsi, senza contare che non vanno via molto facilmente. Sulle vesciche si può impiegare dell’olio essenziale di Lavanda: basta applicarne una goccia direttamente sulla vescica da trattare, in modo da non farla infettare. L’unico “effetto collaterale” è che l’olio di Lavanda, durante l’applicazione, potrebbe causare un po’ di bruciore, ma è solo un piccolissimo sacrificio da sopportare, visto poi il grande beneficio che ne deriva!

Piedi con i calli: i calli si formano nei punti in cui il piede tende a sfregare molto contro la scarpa ma, a differenza delle vesciche, si evidenziano con uno maggiore spessore della pelle. Oltre ai calli esistono anche quelli chiamati duroni, che si formano sulla pianta del piede e sul tallone a causa dello sbalzo di temperatura. Per ammorbidire duroni e calli e far sì che siano meno dolorosi, si può applicarvi sopra una goccia del già citato olio essenziale di Tagete e massaggiare con movimenti leggeri, fino all’assorbimento totale del prodotto.

Pediluvi: gli oli essenziali sono perfetti anche per realizzare alcuni pediluvi ristorativi. Per un pediluvio ad effetto rivitalizzante, basta far sciogliere, per ogni litro di acqua calda, circa tre gocce di olio essenziale di Rosmarino e tre di olio essenziale di Menta Piperita, unite ad un cucchiaino di Miele. Invece, per un pediluvio ad effetto rilassante, agli oli di prima, si sostituiscono circa sette gocce di olio essenziale di Lavanda, da aggiungere sempre poi ad un cucchiaino di Miele e da far sciogliere in un recipiente che contiene cinque litri di acqua calda.

Piedi con unghie nere: a chi gli è capitato sa perfettamente che non è un’esperienza piacevole. Quando il piede subisce un colpo molto forte o una contusione, una o più unghie potrebbero annerirsi e fare molto male e, durante la ricrescita, potrebbero finire per staccarsi. Si può intervenire usando dell’olio essenziale di Issopo, applicandone una goccia sia sopra che al di sotto dell’unghia o delle unghie in questione, fino a che non sarà poi più facile e meno doloroso rimuoverla/e tagliandola/e o staccandola/e.

Piedi con dolori articolari e alle ossa: quando i piedi sono particolarmente doloranti e affaticati a causa di problemi alle articolazioni e/o alle ossa, si può usare all’occorrenza una miscela composta da 50 ml di olio essenziale di Mandorle Dolci, che fa da base (o in caso di piedi molto secchi, olio essenziale di Jojoba o Avocado), e circa trenta gocce di olio essenziale di Tagete. La miscela va massaggiata delicatamente sui piedi finché non sarà completamente assorbita. E’ consigliata particolarmente alla sera, quando i piedi risultano più affaticati.

Ti serve qualche altro consiglio sulla cura dei tuoi piedi? Allora leggi anche:

E ora come sempre, lascio a te la parola. Conoscevi gli oli essenziali per la cura dei piedi? Ne fai uso oppure è un mondo completamente nuovo per te? Fammelo sapere nei commenti!

Vota questo articolo, spero ti sia piaciuto =)

Prodotti Ricostruzione Unghie Tutto per le Unghie

Written by Mariana L.

Appassionata di make up, sempre aggiornata sulle tendenze del mondo beauty ed esperta di rimedi e bellezza naturale.
Non esce mai di casa senza trucco, nemmeno per andare a buttare la spazzatura!

3 Commenti

Lascia il tuo commento
  1. Articolo utilissimo, almeno per me che ultimamente vado matta per creme, cremine, olii essenziali.Comunque sono consigli preziosi: io da qualche mese uso tutti i giorni una crema: Leniped, fresca e talcata, ammorbidisce la pelle ed evita l’insorgere di calli e duroni se applicata con costanza.Mi trovo molto bene, è una crema che ho trovato in una Mybeautybox, di qualche mese fa.

  2. Amo gli olii essenziali, di quelli citati, ho solo quello alla lavanda e lo userò certamente quando il cambio scarpe stagionale farà comparire una vescica, raramente perchè ci tengo alla comodità.

  3. Qualche rara vescica (di solito al “varo” di una nuova calzatura, poi non mi capita neppure quando la rimetto dopo un anno: sembra che i miei piedi vogliano dire la loro ;-P ) e i talloni non morbidi come li vorrei, non ostante l’ammollo serale e la crema, molto meglio d’estate.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Loading…

Tutorial: nail art cuori volanti

Dual Form Nail System: il nuovo metodo per ricostruire le unghie! [acrilico/gel]