Materiali: che cos’è il dotter e come utilizzarlo

By | Luglio 18, 2018

Ciao a tutte! Oggi vi parlo di uno strumento che inizialmente sostituivo con una penna a sfera, ma che poi mi è diventato indispensabile per realizzare semplici decori. Il dotter è un attrezzo maneggevole, il cui manico assomiglia a quello di un pennello, ma con due punte metalliche. Entrambe terminano con una sferetta: una più grande ed una più piccola.

Materiali: che cos’è il dotter e come utilizzarlo?

Quello che utilizzo è di Essence e l’ho acquistato a 2,49 euro (il prezzo è rimasto invariato). Un costo decisamente contenuto, che mi ha fatto abbandonare le penne (con le punte di due spessori differenti) in quanto è molto più comodo. Nel prezzo è compresa una semplice custodia in plastica in cui riporlo. Sono riportate anche delle istruzioni e dei disegni che spiegano come utilizzarlo.

In commercio ci sono anche set completi formati da cinque dotter con punte di grandezze differenti il cui prezzo è di circa 5 euro. Sono stata tentata, perché per la realizzazione di certi disegni servirebbe una sfera ancora più grande in modo che, con un’unica applicazione, il cerchio risulti perfetto, ma questo dipende anche dallo spazio che si ha a disposizione, per cui, se le vostre unghie sono comunque piccole o corte non ne vale la pena, in quanto non potrete fare questi decori.

Procedimento per usare il dotter sulle unghie

La tecnica è semplicissima: si deve intingere poco la punta del dotter nello smalto e poi appoggiarlo sull’unghia, mantenendolo verticale, non inclinato. Attenzione a non premere, altrimenti si rischia di rovinare lo strato sottostante, basta solo deporre la goccia raccolta.

Bisogna dosare con attenzione la quantità necessaria: maggiore è la quantità di smalto prelevato, maggiore sarà la grandezza del cerchio. Si deve tener conto che in genere lo smalto tende comunque a livellarsi, per cui un eccesso rischierebbe di rovinare il disegno. L’ampiezza del decoro dipende anche da quanti puntini si realizzano prima di “ricaricare” la punta di colore: man man che se ne tracciano diventano sempre più piccoli.

Solitamente si depone qualche goccia di smalto su un pezzetto di carta stagnola oppure una vaschetta di plastica. Quando utilizzo questa tecnica, invece, preferisco prelevare direttamente dal pennello la quantità necessaria a ricoprire quasi un terzo della sferetta, così non devo preoccuparmi che lo smalto si secchi. Si tratta, però, di un’abitudine personale, dipende quale metodo risulta più comodo.

Importante: l’asciugatura richiede un tempo maggiore rispetto alla stesura normale dello smalto, in quanto è applicato più abbondantemente, quindi non avere fretta di stendere il top coat, altrimenti c’è il rischio di strisciare il colore rovinando la nail art, cosa che almeno una volta capita a tutte! Ovviamente, si rimuove senza alcuna difficoltà con un solvente senza acetone, in quanto si tratta soltanto di smalto.

Per quanto riguarda i decori, potrete dare ampio spazio alla vostra fantasia. Qui mi limito a presentarvi solo alcuni esempi di nail art che ho realizzato con il dotter. Adoro i fiori: uno solo semplice oppure doppio, monocolore o con smalti diversi, nell’angolo o su tutta l’unghia.

Il dotter è uno strumento di semplice utilizzo e perfetto anche per decorazioni astratte.
Inoltre, si può usare per tracciare delle linee o applicare strass. In questo caso, si intinge la punta nel top coat, si prende lo strass dalla parte opposta a quella da attaccare e lo si appoggia sull’unghia, nel punto in cui precedentemente è stata deposta una goccia di top coat affinché rimanga attaccato.

Vi preparò dei piccoli tutorial per darvi ulteriori spunti.

Saluti, Francesca.

Leggi gli altri miei articoli l cliccando qui link che trovi di seguito:

L'articolo continua dopo il video (scorri la pagina)


Vuoi inviare un tuo tutorial, un video tutorial o vuoi dare dei consigli su come realizzare delle nail art? Inviaci il tuo contributo, trovi tutte le istruzioni in questa pagina!

Prodotti Ricostruzione Unghie Tutto per le Unghie

Iscriviti alla newsletter settimanale e ricevi via mail le migliori novità dal mondo unghie e le anteprime sulle attività di testing e invio campioni omaggio da parte dello staff!

Dopo la registrazione, controlla la tua mail e conferma la tua iscrizione =)


20
Lascia un commento

avatar
10 Comment threads
10 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
11 Comment authors
francesca6gnuG.Fortuna FortunellaVale Make up Recent comment authors

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Notifiche  
Notificami
Valencia
Member
Valencia

Anche io adoro il dotter! Ottimo tutorial, dettagliato e molto chiaro <3

Nailartenon
Member
Nailartenon

Io ho il dotter di Essence, piuttosto vecchio e malandato, e un dotter acquistato dai cinesi con le punte più grandi. Mi piacciono tantissimo le nail art floreali che hai realizzato, anch’io utilizzo questa tecnica <3

Chiara
Member
Chiara

Che belle nail art!Anche io ho un dotter di Essence e ogni tanto mi cimento in qualche creazione

patrilina81
Member
patrilina81

Acquistare il kit di 5 dotter dai cinesi è stata una delle prime cose che ho fatto quando ho iniziato a decorare le unghie più di 3 ani fa…sarà il caso di acquistarne di nuovi però!Comunque della Essence ti consiglio il kit per nail art con pennello a punta lunga e sottile e 2 sponge per creare l effetto spugnato!

Lulli
Member
Lulli

Che bello questo articolo, io sto ancora allo stuzzicadente, ma lo cercherò disperatamente da Essence

habibi88
Member
habibi88

Io adoro i dotter, ho sia quello Essence di cui parli che il set di 5 dotter di diversa grandezza. Davvero uno strumento indispensabile

Vale Make up
Member
Vale Make up

Io sono una patita del dotter e anche io ne uso uno di Essence

Fortuna Fortunella
Member
Fortuna Fortunella

Articolo dettagliato e completo come sempre =)

G.
Member
G.

anche io li uso 🙂

gnu
Member
gnu

Il dotter è sicuramente uno strumento molto valido! Da impedita come sono (…) quando uso la mano sinistra devo usare quello piu’ piccolo .. sennò la differenza di disegno tra le due mani diventa abissale!! 😀