French unghie: la guida completa

Abbiamo parlato spessissimo della french manicure e oggi vorrei riassumere tutto ciò che nel tempo abbiamo detto in un’unica guida che spero possa esservi utile.

Alla fine del post troverai anche una pratica “checklist” per avere a portata di mano tutti i passaggi! Pronta a partire? Allora iniziamo subito!

French manicure: uno stile sempre di stile!

“[…] vive l’amour!!

vive la dance!!

dopotutto miss

c’est la France!! […]”:

Questo cantava il simpatico candeliere parlante Lumière ne “La bella e la bestia” e aveva sicuramente ragione!

E’ proprio la Francia, infatti, la nazione per eccellenza che è diventata simbolo dell’amore e dell’eleganza raffinata. Anche la lingua madre sembra dare conferma di questo, infatti gli stessi termini che nel linguaggio del proprio paese d’origine risultano normali, pronunciati in francese sembrano invece caricarsi di puro stile: Atelier, Bijou, Boutique, Parfum e molti altri.

E la classe francese, non poteva che trasmettersi anche sulla bellezza, compresa quella delle unghie. Per noi vere “smaltomani”, esiste infatti una particolare nail art, che probabilmente conoscerai già, che prende ispirazione proprio dalla patria chic, cioè la french manicure, anche se in realtà, a dispetto del nome, è di provenienza americana.

Questa tecnica prevede l’uso di uno smalto di colore bianco sull’estremità più alta delle unghie, a cui segue l’applicazione di uno smalto rosato o beige neutro su tutta la superficie. Il finish può essere completato e reso très jolie grazie ad inserti di vario genere, come glitter, perline, ecc.

 

French Manicure in Smalto: ecco come si fa!

Ma per ogni nail art che si rispetti, anche per la french manicure bisogna rispettare precise regole: per prima cosa, è necessaria una preparazione iniziale, in cui dovrai passare con cura la limetta e rendere le unghie, a tua scelta, squadrate o più tondeggianti. Poi bisogna far arretrare per bene le cuticole con un bastoncino d’arancio. Infine stendi una base protettiva lucida e lascia in posa.

A questo punto potrai realizzare la french manicure vera e propria: il primo step è l’applicazione dello smalto bianco sulla linea del bordino in alto delle unghie. Per farlo puoi usare un pennellino sottile, se non ce l’hai ricicla quello di un vecchio eyeliner oppure usa il dotter.

Una volta asciugato del tutto, stendi lo smalto rosato in modo uniforme, ricoprendo integralmente tutta la superficie delle unghie.

Se non ami lo smalto rosato, puoi anche farne a meno, ma a patto che tu non abbia alterazioni di colore e che le tue unghie nude siano levigate e omogenee.

Infine, non dimenticare il top coat, indispensabile per rendere la tua french unghie più duratura nel tempo.

Fonte foto: Pinterest

In caso non fossi ancora esperta di questa nail art e hai paura di compiere errori, comodi stickers e kit pronti all’uso ti permetteranno di raggiungere con un po’ di pratica risultati soddisfacenti e di grande effetto.

La french manicure garantisce uno stile impeccabile e adatto in tutte le circostanze, soprattutto in quelle molto speciali, non a caso viene sfoggiata spesso dalle spose nel giorno del loro matrimonio!

CheckList per fare la french manicure

Ecco una lista (checklist) dei passaggi fondamentali per realizzare la french. Puoi selezionare questo paragrafo e stamparlo oppure copiartelo su un quadernino per averlo sempre a portata di mano.

  • Rimuovere eventuali residui di smalto vecchio
  • Limare le unghie della forma che preferisci
  • Spingere indietro le cuticole
  • Passare la base protettiva
  • Colorare di bianco la punta delle unghie
  • Stendere lo smalto rosato/beige (opzionale)
  • Stendere il top coat

Altri post utili sulla french unghie

Come ho anticipato nell’introduzione, abbiamo parlato più volte della french manicure. Ecco una raccolta di altri post che potrebbero esserti utili:

French manicure: le occasioni in cui sfoggiarla

French colorato: come farlo e 50 foto da cui prendere ispirazione

French Unghie: 50 foto bellissime!

Tecnica Muretto french: come fare la french inversa o profonda [acrilico/gel]

Con questo termina la guida alla french manicure in smalto. A te piace? Sei solita utilizzarla per le tue nail art oppure no? Dimmelo in un commento.

PS: cosa ne pensate della checklist? Potrebbe essere utile averla nei post dedicati alle guide?


Iscriviti alla newsletter settimanale e ricevi via mail le migliori novità dal mondo unghie e le anteprime sulle attività di testing e invio campioni omaggio da parte dello staff!

Dopo la registrazione, controlla la tua mail e conferma la tua iscrizione =)


Scritto da Francesca L.

Blogger "seriale", redattrice, web writer freelance. Appassionata di tendenze, make up, ma soprattutto di nail art. Nella sua vita non manca mai il colore, in particolar modo sulle unghie!

Leggi tutti i posts di Francesca L.

8 Commenti su “French unghie: la guida completa”

    1. Sì, infatti sono ci sono prodotti fatti apposta. In realtà sono molto simili alle basi leviganti/correttrici, quindi aiutano a rendere il colore più omogeneo senza incidere troppo sul bianco della smile line.

  1. Non sapevo che arrivasse dall’America. Mi piace molto la french ma non riesco a fare un bel sorriso, per cui mi limito ai piedi dove la faccio “diritta”. Carina l’idea della check list!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.