Finish smalti: shimmer, glossy, metal, matte: cosa vogliono dire?

Finish Mat, Satinato, Metallizzato, Olografico: spiegazione e differenze

Passiamo ora ai termini un po’ più tecnici!

Finish Satinato: detto anche finish satin. E’ a metà strada tra un perlato e un opaco. Ha delle leggere sfumature luminose, ma molto meno evidenti rispetto ad uno shimmer o a un glossy. Diciamo che l’effetto è quello della seta o del raso.

Foto di Habibi88

Finish Mat: detto anche matte o matt, è una finitura completamente opaca, che non riflette la luce. Ultimamente gli smalti opachi vanno molto di moda, tanto che esistono appositi top coat mattificanti che ti consentono di ottenere questo finish su qualsiasi prodotto, anche molto lucido.

Foto di InfinityNails

Metallizzato o Metal: gli smalti con finish metallizato o metal, detto anche metallico, sono smalti luminosi, con riflessi argentati/cromati molto evidenti. 

Foto di Habibi88

Duochrome: rientra nella categoria dei metallizzati, ma a differenza di questi, i riflessi vertono su una seconda tonalità. Rosa/oro, Verde/azzurro e Viola/oro sono i più comuni, ma ce ne sono moltissimi altri.

Foto di Chiara

Finish olografico: il più bello e gettonato dei finish attualmente disponibili. Talmente bello che hanno fatto anche delle polveri olografiche in grado di realizzare lo stesso effetto anche sui gel e sui semipermanenti. Si tratta di una finitura cangiante con riflessi primastici.

Fonte Foto: pinterest

Ti potrebbe interessare: Polvere effetto specchio: come si usa e dove comprare + 30 foto bellissime di mirror nails

Altri finish: cremoso, pastello, sugar e sabbia

La nostra carrellata non è ancora finita. L’industria degli smalti per unghie ci propone una vastissima gamma di finish particolari tra cui scegliere e ne sforna sempre di inediti. 

Finish pastello: un classico, sono sempre colori molto tenui che contengono una dose di bianco nella formulazione. Normalmente le tonalità più diffuse sono il rosa, il giallo, l’azzurro, il verde e il lilla.

Foto di Lucia

Cremoso: o cream, creamy. Si tratta di un finish presente in molti smalti con texture più corposa, iperpigmentata, lucida ed intensa.

Foto by Zoya Colors

Sugar o Sabbia: smalti con effetto “zuccheroso”, sabbiato, dall’aspetto ruvido. Uno dei finish che andava molto di moda qualche tempo fa.

Foto di Lulli

La nostra lunga carrellata sui finish degli smalti per unghie termina qui, ma ci sarebbero ancora da citare molti altri “effetti speciali” che alcune case cosmetiche ci hanno proposto negli anni come quelli iridescenti, camaleonte e anche quelli termici che cambiano in base alla temperatura.

E tu, quale di questi preferisci quando devi scegliere uno smalto? Quali non hai mai provato, ma ti piacerebbe? Dimmelo in un commento!

Come hai visto in questo articolo, ho usato moltissime delle vostre foto. Per leggere le recensioni dei relativi smalti che vedi nelle immagini, puoi recarvi nella sezione “Provati da Voi”. La trovi in questa categoria del blog.

Pagina Precedente2 di 2Prossima pagina


Iscriviti alla newsletter settimanale e ricevi via mail le migliori novità dal mondo unghie e le anteprime sulle attività di testing e invio campioni omaggio da parte dello staff!

Dopo la registrazione, controlla la tua mail e conferma la tua iscrizione =)


Scritto da Francesca L.

Blogger "seriale", redattrice, web writer freelance. Appassionata di tendenze, make up, ma soprattutto di nail art. Nella sua vita non manca mai il colore, in particolar modo sulle unghie!

Leggi tutti i posts di Francesca L.

15 Commenti su “Finish smalti: shimmer, glossy, metal, matte: cosa vogliono dire?”

  1. Articolo molto utile, ho sempre fatto confusione con i vari finish e questo post mi ha sicuramente schiarito le idee! La maggior parte dei miei smalti ha finish glossy e cremoso. Mi piacciono gli shimmer, i glitter, duochrome e holo, effetti che mi piace creare anche con i top coat. Gli opachi e i sabbiati, invece, non mi piacciono proprio!!

  2. Francesca questo articolo è bellissimo!Poi usare le nostre foto come esempio trovo che sia stato davvero un pensiero carino!Grazie, grazie mille, per tutti questi articoli e per le attenzioni che ci riservi sempre!

    1. Ciao Chiara, ho pensato di coinvolgervi anche per ringraziarvi =) Ovviamente non sono riuscita a mettervi tutte perchè ho cercato di prendere le foto più “esemplari” dove il finish si vedesse molto bene. Quindi spero che le ragazze che non ho citato qui non si offendano, non ho fatto preferenze 😉
      Sono contenta che ti sia piaciuto ^^

  3. Francesca complimenti! un articolo veramente bello ed interessante… poi ho trovato molto bello ed originale l’utilizzo delle foto delle ragazze.. a me è piaciuta molto come cosa <3 =)

    Poi volevo farti una domanda: il Finish olografico sarebbe il così detto "effetto a sirena" o quello è un altra cosa???

    P.S. non so se ho scritto questo commento tante vote ma sto avendo problemi con il computer

    1. Ciao Carmen, no, l’effetto sirena è ancora diverso, ma dato che per ora esistono solo le polveri per il gel, non l’ho inserito nell’articolo. L’effetto sirena, altro non è che un effetto iridescente/ madreperlato sui toni dell’azzurrino/rosa. Poi magari vi scrivo un articolo anche su queste nuove “polverine magiche” sono contenta che l’articolo ti sia piaciuto 😉

      1. Grazie mille Francesca sempre gentilissima… siccome diciamo le polveri le uso già compresa quello effetto sirena (pensavo che nell’immagine era stato usato su una base in particolare xD)…. mi daresti qualche informazione in più su questo olografico?? è una polvere che si usa come le altre?

        1. Perfetto!!! ho appena trovato un sito di un negozio vicino casa che la vende…DEVO PROVARLA ASSOLUTAMENTE *-* *-* *-*

        2. Sì, Carmen, si usa esattamente come le altre, ovviamente rende meglio sui colori scuri. Appena ho tempo vi scrivo poi un articolo approfondito su tutte le polverine e i pigmenti vari =)

  4. Bell’articolo! Interessanti le rubriche di terminologia, aiutano a capire meglio quello che acquistiamo. Mi ha fatto molto piacere vedere anche la mia foto. Grazie, Francesca!

  5. Davvero utilissimo, io per timore che shimmer si usasse solo per gli ombretti, ho scritto microglitterato, ahahah e glossy, ma quando mai l’avrei usato, mea beata gnoranza, tenetemi ugualmente!

  6. Che articolo fantastico davvero utile per conoscere tutta la terminologia più corretta e poi usare le nostre foto *_* carinissimo! Io adoro un po’tutti i finish dipende molto dalla voglia che ho in quel momento. Da poco ho comprato uno smalto termico della Layla e me ne sono completamente innamorata volevo fare anche una review ma con questo caldo il distacco si vede pochissimo, aspetterò il freschetto per farvi vedere quanto è bello *_*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.