Domande e Risposte sullo smalto Semipermanente: guida all’acquisto e consigli utili

consigli unghie e nail art

Moltissime di voi mi pongono tante domande sull’utilizzo del semipermanente, dato che nei miei articoli è un prodotto di cui parlo spesso. Ho deciso, quindi, di creare una piccola guida all’acquisto e darvi alcuni consigli, rispondendo alle richieste che maggiormente mi vengono inviate alla casella di posta elettronica a voi dedicata.

Il semipermanente rovina le unghie?

Questa è forse la domanda che mi rivolgete più spesso. Sono molte le ragazze, infatti, che hanno paura ad utilizzare lo smalto semipermanente perchè hanno paura che rovini le unghie.

Di per sè questo prodotto non rovina le unghie più di una ricostruzione in gel, per evitare che la superficie si indebolisca o che le punte diventino molli è necessario prestare attenzione alla rimozione. E’ questa la fase più delicata: non bisogna assolutamente grattare o far saltare via il prodotto con la forza.

Se l’operazione risultasse un po’ più complicata del previsto, tenete ancora un po’ il remover in posa sino a quando lo smalto non si ammorbidirà al punto giusto.

Il remover contiene acetone? Posso usare un solvente senza questo ingrediente?

La maggior parte dei remover per semipermanente contengono acetone in quanto questo ingrediente è l’unico realmente efficace nella rimozione del prodotto. Tuttavia non ti spaventare, non dovrai tenerlo sulle unghie per moltissimo tempo, bastano dai 5 ai 10 minuti.

Meglio il trifase o il One Step? Cosa mi consigli?

Sono molto validi entrambi i metodi, ma personalmente preferisco quello trifase (con base, top coat e colore) perchè trovo che la durata e la brillantezza siano migliori.

I One Step come, ad esempio, quelli di Layla, sono molto comodi e validissimi per chi è alle prime armi o per chi vuole risparmiare un po’ in termini di tempo e denaro .

Il semipermanente va sgrassato? E quando?

In generale sono pochi gli smalti semipermanenti che non richiedono di essere sgrassati. Un esempio è quello della Rokit che non crea strato di dispersione. Il cleaner va utilizzato comunque solamente alla fine, mai tra un passaggio e l’altro.

Devo opacizzare l’unghia prima dell’applicazione? Necessita di primer?

Prima dell’applicazione del semipermanente è sempre consigliabile opacizzare bene l’unghia, soprattutto se si ha una superficie grassa oppure lo si mette nel periodo premestruale. Il mio personale consiglio è quello di utilizzare anche un primer mediatore di adesione per evitare distaccamenti.

Posso applicare lo smalto semipermanente sui piedi?

Assolutamente sì, lo smalto gel può essere applicato senza problemi anche sui piedi. Il mio consiglio è quello di utilizzare sempre un primer sulle unghie di questa zona del corpo e, ovviamente, di acquistare una lampada abbastanza grande!

semipermanente si stacca

I pollici vanno trattati separatamente?

I pollici vanno sempre trattati e lavorati separatamente. Questo perchè mettendo la mano in lampada normalmente, il pollice non riceverebbe nella maniera ideale l’azione del led o dell’uv e rischieresti di non catalizzarlo nella maniera corretta.

Lampada led o lampada uv? Quale devo acquistare?

Normalmente i semipermanenti catalizzano in entrambe le tipologie di lampade. La Led è un po’ più veloce (di solito un giro da 30/60 secondi per ogni fase), mentre la UV richiede una posa più lunga (circa 3 minuti).

Se oltre al “semi” vuoi anche provare con i gel allora compra quella UV, in modo da avere un unico prodotto per entrambe le funzioni. Trovi una pratica guida all’acquisto in questo articolo (si apre in una nuova finestra).

Ok, ho fatto tutto correttamente, perchè si è staccato dopo nemmeno un giorno?

Sono moltissimi i motivi per cui il semipermanente può saltare via o staccarsi dopo un giorno o poche ore. Bagni in acqua, utilizzo di oli e creme, opacizzazione non corretta prima dell’applicazione. Trovi tutte le risposte sulle principali cause di sollevamento in questa pagina (si apre in una nuova finestra).

Se non hai trovato la risposta alle tue domande, scrivici una mail utilizzando l’indirizzo di posta elettronica che trovi in questa pagina e aggiorneremo questa guida con le richieste più frequenti.

Ciao! Se vuoi restare in contatto con noi, seguici anche su Instagram =)



Iscriviti alla newsletter settimanale e ricevi via mail le migliori novità dal mondo unghie e le anteprime sulle attività di testing e invio campioni omaggio da parte dello staff!

Dopo la registrazione, controlla la tua mail e conferma la tua iscrizione =)


Scritto da Francesca L.

Blogger "seriale", redattrice, web writer freelance. Appassionata di tendenze, make up, ma soprattutto di nail art. Nella sua vita non manca mai il colore, in particolar modo sulle unghie!

Leggi tutti i posts di Francesca L.

4 Commenti su “Domande e Risposte sullo smalto Semipermanente: guida all’acquisto e consigli utili”

  1. ciao!
    Sto facendo il semipermanente presso un centro estetico, usano gli smalti della Mesauda. Vorrei sapere se posso passare sopra lo smalto semipermanente uno strato di smalto normale per nascondere la ricrescita tra un’applicazione e l’altra. In caso affermativo, laddove sbagliassi, posso usare il normale solvente senza rovinare il semipermanente sotto? L’estetista storce il naso, ma ovviamente lei propone di accorciare i tempi tra le due applicazioni, e questo non è economicamente conveniente per me! Inoltre capita che dopo aver passato il top, polimerizzato e sgrassato, il colore sia opaco..lei dice che forse dipende dal colore scelto ( non mi è mai successo etc. etc.) ma mi sembra strano…purtroppo al momento è l’unica in zona che faccia la rimozione solo col solvente, senza lima, e ad un prezzo accessibile!
    Pensavo di risolvere il problema dell’evuentuale opacizzazione con un pò di normale smalto trasparente, ma non vorrei avere poi problemi con la rimozione.
    grazie!

    1. Ciao Laura. Dunque. Puoi tranquillamente mettere una passata di smalto per coprire la ricrescita, io a volte lo faccio. E mi è successo anche di mettere il top coat normale sopra il semi se mi sembrava troppo opaco per i miei gusti.

      L’importante è usare un solvente senza acetone per eliminare tutto.
      A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.