Cos’è l’onicofagia e come ricostruire le unghie?

Molto spesso sentiamo il termine onicofagia o onicofagica. Adesso andiamo a vedere e a capire cosa significano questi termini.

Cos’è l’onicofagia?

L’onicofagia è il disturbo compulsivo che porta a mangiare le proprie unghie. Essa può portare, al danneggiamento dell’iponichio, cioè la porzione di pelle posta alla base e ai lati dell’unghia.

L’onicofagia è anche correlata alla patologia dentale può portare alla malocclusione ( errata chiusura dell’arcata dentale ) Il danno alle gengive. L’ingestione dei residui ungueali può provocare anche danni gastrici. La persistenza del disturbo negli anni può, in alcuni casi, confortare una deviazione deformazione delle dita.

Come fare una ricostruzione su onicofagica: metodo ponte

spingere indietro le cuticole. Opacizzare bene l’unghia con una lima 180, senza fare troppa pressione per non danneggiare l’unghia; utilizzare un deidratante per sgrassare al meglio l’unghia e farlo asciugare all’aria.

passare un primer acido sull’unghia naturale stando attente a non toccare la pelle, dopo che avrà asciugato all’aria passare anche un primer non acido e fare asciugare anch’esso all’aria.

prendere un po’ di gel base e passarlo sul bordo libero fino ad arrivare alla piccola porzione di pelle dove dovrebbe esserci l’unghia e catalizzare 60 secondi. Con uno spingicuticole di alzare leggermente il gel dalla pelle, in modo da avere un unghia finta sulla quale poter inserire la cartina.

– a questo punto limare con delicatezza la parte di unghia creata, inserire la cartina e procedere con l’allungamento che non deve essere molto lungo

– dopo aver catalizzato creare la bombatura e catalizzare nuovamente.

– finita la catalizzazione passare eventuali gel color o semipermanenti.

– sigillare con un sigillante e dopo la catalizzazione sgrassare.

Ti consiglio di dare uno sguardo ai miei lavori di ricostruzione unghie, sfogliando le immagini della gallery qui sotto.

[ngg_images source=”galleries” container_ids=”40″ display_type=”photocrati-nextgen_basic_thumbnails” override_thumbnail_settings=”1″ thumbnail_width=”150″ thumbnail_height=”150″ thumbnail_crop=”1″ images_per_page=”10″ number_of_columns=”0″ ajax_pagination=”0″ show_all_in_lightbox=”0″ use_imagebrowser_effect=”0″ show_slideshow_link=”0″ slideshow_link_text=”[Mostra slideshow]” order_by=”sortorder” order_direction=”ASC” returns=”included” maximum_entity_count=”500″]

Se sei interessata ad altri articoli e tutorial sulla ricostruzione unghie, clicca sui link che trovi qui di seguito:

Hai realizzato un video tutorial, una recensione video oppure ti piacerebbe condividere con tutte noi i tuoi consigli e scrivere un articolo o una guida? Inviaci i tuoi contributi, noi li pubblicheremo a nome tuo sul blog. Tutte le istruzioni le trovi QUI.

 

Vota questo articolo, spero ti sia piaciuto =)


Prodotti Ricostruzione Unghie Tutto per le Unghie

Written by Veronicanails38

Sono un'onicotecnica-nail artist con attestato Riconosciuto dalla Regione Lazio. Adoro quello che faccio. Amo anche creare bigiotteria, adoro il make up e grazie a questa mia passione sono diventata consulente di bellezza

Commenta con Facebook (solo per utenti non registrati)


Nb: i commenti Facebook non concorrono al raggiungimento dei distintivi. Se sei registrata, commenta con il tuo profilo, trovi il modulo "regolare" scorrendo la pagina verso il basso.


9 Commenti

Lascia il tuo commento
  1. Articolo interessantissimo, soprattutto per quanto riguarda tutti i problemi che puoi avere mangiandoti le unghie. Mia nipote è una mangiatrice incallita e non so proprio come fare per farla smettere. Tu hai qualche consiglio?

    Vota questo commento
    • Vero! Anche lo smalto amaro e quello indurente (allora era addirittura con polvere di diamante!) non ha funzionato con me. Era un continuo grattarlo via e rimetterlo, nel disperato tentativo che durasse più di un giorno!!

      Vota questo commento
  2. Io più che le unghie, mi rosicchiavo le pellicine e avevo sempre le dita arrossate e screpolate. Per smettere ho utilizzato tanta forza di volontà perchè non mi piaceva affatto avere le unghie lunghe e le cuticole tutte rovinate!

    Vota questo commento
  3. Ci sono passata anch’io, ma in misura lieve e solo perchè non sapevo tagliarmele e dopo le limavo, ero una bimba traumatizzata dal taglio unghie e cuticole che mi fece mia cugina grande. Poi mi son dedicata alle pellicine a sangue da più grande, un vizio duratonalcuni anni che il mio bimbo un po’ ha già. Fortunatamente ci sono questi aiuti ora.

    Vota questo commento
  4. L’onicofagia a mio parere è una cosa terribile, non capisco perchè una persona si deve ostinare a mangiare le unghie, le pellicine e le cuticole è orribile….. per quanto può essere uno sfogo per lo stress o per un fattore nervoso dinanzi a un problema, fare ciò non lo risolve!!! Per lo più a lungo andare questo vi porta solo altri problemi…

    se vi può interessare io ho comprato un libro che si chiama: basta mangiarsi le unghie e all’interno ci sono vari consiglio e anche delle schede test che possono aiutarvi… io l’ho comprato per poter consigliare alle mie clienti come smettere (dato che sono un estetista).

    https://www.amazon.it/Basta-mangiarsi-unghie-Bertrand-Labes/dp/8834425251/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1518808754&sr=8-1&keywords=libro+basta+mangiarsi+le+unghie

    Vota questo commento

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Loading…

Dbp negli smalti: fa male? Che cos’è? E’ meglio evitarlo? [Wikinails]

Cuticole: 5 rimedi top da provare subito!